Dopo oltre tre anni di chiusura, l’8 aprile presentiamo alla comunità il nostro Teatro Consorziale

Data:
28 Marzo 2022

Dopo oltre tre anni di chiusura, l’8 aprile presentiamo alla comunità il nostro Teatro Consorziale

La cultura è un aspetto fondamentale per Budrio e la chiusura del nostro Teatro è stata per l’Amministrazione Comunale una decisione difficile e sofferta.
Ma la cultura ha anche il dovere di proteggere i suoi fruitori ed è necessario divulgarla, quindi, in luoghi sicuri e protetti . Per questo abbiamo dovuto privarci temporaneamente di un luogo così importante per la nostra Comunità. Per renderlo sicuro e duraturo nel tempo.

Quali sono i lavori che abbiamo fatto pe restituire al nostro Teatro la possibilità di tornare ad essere sicuro e operativo?

In primo luogo abbiamo adeguato gli impianti (elettrico, antincendio, antifumo, idrico, termico) alle normative vigenti e conferito alla struttura un miglioramento sismico, creando anche un aggiornamento tecnologico sulle strutture di scena che faciliterà il lavoro tra artisti e regia.

Quali sarebbero stati i rischi, senza eseguire questi interventi di messa in sicurezz
a?
Sarebbero stati notevoli, nel caso ad esempio di un incendio i rischi principali sono fumo e collasso della struttura. Le persone solitamente non muoiono per calore, ma per inalazione di fumi tossici e principalmente perché le strutture non reggono.
Gli interventi fatti, vanno proprio nella direzione di rendere il Teatro finalmente sicuro per i cittadini, grazie all’adozione di misure di sicurezza adeguate.

Perché i lavori di ristrutturazione del Teatro sono durati tanto?

I lavori sulle opere pubbliche, in modo particolare quelli che riguardano strutture storiche e tutelate, non sono mai veloci a causa dei tempi burocratici che, nel nostro caso, sono stati ulteriormente rallentati dalla pandemia e dalla crisi nel settore dell’edilizia generata dai superbonus.
Inoltre, abbiamo anche dovuto apportare delle modifiche al progetto, a seguito di approfondimenti della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Bologna, più esattamente :
– la realizzazione di controsoffitti in cartongesso al piano terra, per schermare le canalizzazioni dell’impianto di riscaldamento esistente e nascondere la nuova rete di distribuzione di impianti antincendio e rilevazione;
– la realizzazione di controsoffitti in cartongesso al terzo piano, per ridare proporzioni ai disimpegni della terza galleria e schermare la nuova canalizzazione di rilevazione e antincendio;
– la modifica dell’impianto di illuminazione a seguito della realizzazione dei controsoffitti.
Inoltre si è provveduto :
– alla stuccatura e rasatura dell’intonaco e pittura dei corridoi e del Foyer, cuore del teatro e luogo di eventi e aggregazione;
– all’attivazione della fibra ottica per offrire ad uffici e spettatori una rete Internet potenziata ed efficace;
– all’ammodernamento ed ottimizzazione del sistema scenografico del palcoscenico.
In corso d’opera poi, si è manifestata la necessità di eseguire maggiori lavori, inizialmente non prevedibili, per l’adeguamento alla prevenzione incendi, secondo normative entrate in vigore nel 2021.

Dall’8 aprile il Teatro Consorziale di Budrio è di nuovo un luogo di cultura attivo e, nel contempo, sicuro, per durare nel tempo.
Ogni attività di manutenzione e di conservazione dei luoghi deputati alla cultura è un percorso profondo ed articolato che richiede competenza, professionalità, sensibilità. È un atto dovuto verso i cittadini e fruitori dei luoghi culturali, è un atto di cura e protezione, anche dei luoghi e delle opere d’arte.

Vi aspettiamo all’evento di riapertura, venerdì 8 aprile alle 18! Ci sarà una visita al Teatro e un brindisi per tutti.

Nelle foto potete vedere in anteprima alcuni dei lavori portati a termine. 

Ultimo aggiornamento

19 Aprile 2022, 13:30