Il nuovo teatro cinese che sembra coperto di seta

Data:
4 Gennaio 2021

Il nuovo teatro cinese che sembra coperto di seta

Il progetto, di grande impatto, porta la firma dello studio Steven Chilton Architects, che ha voluto rendere omaggio all’arte della set.

Un drappo di seta rosso, decorato con disegni di uccelli dorati, sembra avvolgere il nuovo Sunac Guangzhou Grand Theatre, in Cina. Il progetto, di grande impatto, porta la firma dello studio Steven Chilton Architects, che ha voluto rendere omaggio all’arte della seta. La copertura dell’edificio, infatti, è formata da pannelli disposti in modo da creare un effetto ondulato che ricorda le pieghe del prezioso tessuto. Il porto commerciale di Guangzhou ha avuto un ruolo chiave nel commercio dello stesso ed è considerato il luogo in cui è nata la via della seta marittima (una delle rotte di connessione tra Oriente e Occidente), ha spiegato a Dezeen Steven Chilton, fondatore di Steven Chilton Architects.

“Abbiamo tratto ispirazione dalle arti tradizionali e contemporanee comunemente praticate nella regione. La stoffa di seta è stata prodotta, dipinta e ricamata in città sin dalla dinastia Han”, ha aggiunto Chilton. Oltre alla tradizione tessile, il progetto architettonico richiama l’arte dei tatuaggio: sulla copertura rossa risaltano delle figure dorate, in particolare volatili, il cui stile riprende quello dei tattoo cinesi.

“La cultura del tatuaggio ha recentemente acquisito importanza come mezzo artistico rispettato, guidata da una generazione più giovane che la abbraccia come espressione di individualità”, ha spiegato il fondatore di Steven Chilton Architects (che, nel 2015, ha disegnato anche il padiglione inglese all’Expo di Milano). Al centro dell’edificio c’è un auditorium circolare, con 360 schermi Led e un palco posto sopra a una piscina profonda nove metri. Il teatro, infatti, è stato progettato per poter ospitare anche spettacoli acquatici. Quando aprirà nel 2021, potrà accogliere duemila spettatori.



Ultimo aggiornamento

4 Gennaio 2021, 14:01